MASSIMA ALTEZZA NELL’EMISFERO NORD

Lasciami dire del nido dei merli in mezzo all’edera,

del malvone sgraziato ancora nudo,

senza memoria alcuna del suo fiore,

di quello che già c’è e di ciò che non c’è ancora,

del lauro selvatico che da solo sembra una foresta sconfinata,

del muro a secco pieno di bestiole,

del chiasso di cicale sfaccendate,

dei grilli sempre in frac dentro all’estate.

Lasciami dire delle albe illuminate

che spostano il mio senso del presente

quel tanto che io possa immaginare un tempo

senza coda nel passato e senza muso di cane sul futuro.

Lasciami dire che ho pensato tanto senza pensare a niente,

ma solo per tenerti nella mente

mentre spargevo semi alla carlona

dentro un pezzo di prato sgangherato,

così,

per fare qualcosa di importante.

E avevo torto.

E avevo ragione.

Sabina

Trento, 20, giugno, 2021

2 pensieri su “MASSIMA ALTEZZA NELL’EMISFERO NORD

  1. Nell’emisfero australe invece, al mezzogiorno locale del solstizio di giugno il Sole raggiunge l’altezza minima possibile sull’ orizzonte per quella latitudine, mentre in quello di dicembre raggiunge l’altezza massima. Nelle localita comprese tra i circoli polari e i poli, alternatamente nell’emisfero nord o in quello sud, durante il periodo in luce del relativo emisfero il Sole arriva a rimanere sopra l’ orizzonte anche per piu di 24 ore consecutive, fino a diversi mesi in prossimita dei poli: questo avviene nel periodo compreso tra l’equinozio di marzo e quello di settembre nell’ emisfero boreale, e al contrario tra l’equinozio di settembre e quello di marzo nell’ emisfero australe .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.